Europa e la terza guerra mondiale (1953-1968) | Erupean

Europa e la terza guerra mondiale 1953_1968

Di 1953 le forze del nazionalismo, che aveva accelerato la scomparsa dei grandi imperi europei in Asia, sono stati diffusione ad altre parti del mondo sottosviluppato. La rivoluzione in Egitto è stato il preludio per l'agitazione di una forma più militante e più rivoluzionario del nazionalismo in tutte le nazioni arabe. Anche in Africa, a nord ea sud del Sahara, leader nazionalisti stavano emergendo che sono stati determinati a stabilire l'indipendenza politica dei loro paesi e terminare i privilegi delle minoranze europee. E anche dove l'indipendenza era stato raggiunto c'erano ancora molte ragioni per le controversie tra le ex colonie e le potenze europee, per questi ultimi spesso continuato ad avere un notevole interesse economico nelle vecchie aree coloniali.

europeo

I rapporti tra gli Stati dell'Europa occidentale e le nuove nazioni dell'Africa e dell'Asia sono state complicate dal fatto che la Russia e le potenze comuniste erano interessati in questo momento ad aumentare la loro influenza politica in, e il loro contatto economica con tali paesi, in particolare in Medio Oriente. Le nuove nazioni non erano generalmente ansiosi di scambiare i loro padroni coloniali per il nuovo comunista, ma piuttosto ha cercato di creare il terzo mondo tra Oriente e Occidente. Tuttavia, sono stati trascinati in rivalità politiche mondiali, in quanto entrambi i poteri occidentali e russi hanno cercato di costruire i loro sistemi di alleanze.
Il Patto di Baghdad: Per le potenze occidentali uno dei mezzi di contenimento del comunismo in Asia e in Medio Oriente è stata la creazione di alleanze militari con il governo filo-occidentale. In 1952 Grecia e Turchia erano state tirate nella NATO e l'American successivamente stabilito basi di razzi sul confine sovietico turco. In quella zona stavano arrivando ad adottare l'anti ruolo protettivo comunista così a lungo detenuto dalla Gran Bretagna fin dai tempi di Palmerston e Disraeli. In altre parti del Medio Oriente la Gran Bretagna è rimasta il potere occidentale più coinvolto. consiglieri militari britannici sono rimasti in Iraq e Giordania, e 1955 Iraq è stato incoraggiato a formare un'alleanza con la Turchia. Questa alleanza è stata ampliata per includere il Pakistan, Persia e la Gran Bretagna. Era chiaramente anticomunista e fortemente inviso Stati neutraliste nella zona. India per esempio, temeva che potesse essere trasformato contro di lei nei suoi contenziosi con il Pakistan, anche se gli inglesi ha chiarito che non avrebbero alleato contro un altro paese del Commonwealth. Anche se gli Stati Uniti non era un membro del patto è incoraggiata, e il patto di Baghdad è stato collegato a sia la NATO attraverso la Gran Bretagna e la Turchia e l'organizzazione del Sud-est asiatico trattato attraverso la Gran Bretagna e il Pakistan. SEATO è stato un altro patto militare comunista contro composta da Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Australia, Nuova Zelanda, le Filippine, Thailandia e Pakistan, ed è stata costituita nel mese di settembre, 1954,t o contatore aggressione nel sud-ovest Pacifico sotto la latitudine.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *